Cosa vedere e cosa mangiare a Cortina

Turismo

A Cortina d'Ampezzo, poco distante dal centro abitato, si estende il Parco Naturale delle Dolomiti d'Ampezzo, un'area protetta che ospita un grande numero di specie animali diverse tra loro (dagli uccelli come picchi e civette ai predatori quali la volpe e la donnola); per quanto concerne la vegetazione predomina l'abete rosso che lascia ad ogni modo spazio al pino silvestre e a rare specie di orchidee. Dal 1990 occupa ben 11.000 ettari, lungo la linea di confine della regione Veneto e Alto Adige.

Venendo agli edifici, facciamo volentieri il nome di due Castelli, quello di Botestagno e di de Zanna: il primo Ŕ una fortezza del II secolo acquistata dal Comune di Cortina d'Ampezzo in un'asta del Settecento mentre il secondo, di cui oggi rimangono solo alcuni resti, fu voluto dal soldato imperiale de Zanna nel Seicento. Gli edifici religiosi pi¨ importanti sono la Chiesa di San Francesco, nella Piazza omonima, che rappresenta una piccola cappella privata inalterata nel corso degli anni, la Chiesa di San Filippo e Giacomo dedicata agli omonimi Apostoli nonchŔ patroni del Paese, la chiesa della Madonna della Difesa e di Sant'Antonio da Padova.
Centro della cittadina Ŕ Piazza Roma, attorniata da alberghi e ristoranti; nei suoi pressi troverete il Museo Geologico e Mineralogico detto Casa delle Regole in cui potrete osservare la collezione dei dipinti di esimi artisti quali De Chrico, Gattuso e Morandi.

La cucina tipica locale ha delle caratteristiche tipiche di quella tirolese; essa risente anche dell'influenza veneta, pertanto si fa il nome di ottime polente, di un gustosissimo riso e di minestre ben preparate. Agli amanti dei dolci suggeriamo di assaggiare la torta di mele e altri dolci tipici che avrete la possibilitÓ di gustare facendo visita a una cittadina accogliente e vivace come Cortina d'Ampezzo.